Zimbra Connector for Outlook ora supporta la sincronizzazione parziale – ZCO Partial Sync

  • ilger.com
  • BLOG
  • Zimbra Connector for Outlook ora supporta la sincronizzazione parziale – ZCO Partial Sync

Sincronizzazione parziale per Zimbra Connector for Outlook

In molti aspettavate questo momento e ora finalmente anche Zimbra Connector for Outlook, supporta la sincronizzazione parziale, solo per chi è in possesso di una licenza Zimbra Network Professional Edition

Zimbra Connector for Outlook: cos’è e a cosa serve

Per i pochi che ancora non lo conoscono, Zimbra Connector for Outlook è la funzione con cui è possibile sincronizzare – tramite un Messaging Application Programming Interface (MAPI) già incluso – il client mail Zimbra al programma Outlook della Microsoft Corporation, in maniera bidirezionale. Lo scopo è quello di disporre di ben due server di posta ma fruibili in un’unica piattaforma, Zimbra.

 

Una copia di tutti i dati del tuo server di posta Outlook verrà automaticamente salvato nel database di Zimbra (ZDB), con la possibilità di sfruttare tutte le potenzialità avanzate offerte da quest’ultimo. Parliamo di dati quali: tutte le rubriche, gli indirizzi, gli eventi e le attività da calendario, le cartelle e i file al loro interno.

Scopri di più sulle Funzionalità di Zimbra Connector for Outlook – ZCO 

 

Cosa s’intende per “Sincronizzazione Parziale” o Partial Sync 

Per “sincronizzazione dei dati” in informatica s’intende: mantenere più copie integre di un insieme di dati. Quest’attività si dice “parziale” quando permette di mantenere la copia di grandi quantità di file o di documenti di grandi dimensioni, suddividendo l’intero processo di sincronizzazione. La sincronizzazione parziale o “partial sync”, permette così di poter interrompere tale attività senza però perdere quanto “copiato” fino a quel momento.

 

Perché implementare la sincronizzazione parziale in Zimbra Connector for Outlook: Vantaggi apportati 

Dalla definizione appena data di “sincronizzazione parziale” possiamo facilmente intuire l’utilità di questa, apportata a Zimbra Connector for Outlook. L’integrazione della sincronizzazione parziale a Zimbra Connector for Outlook, permette infatti di archiviare una grande quantità di dati e file di grandi dimensioni anche fino a 50 GB, suddividendo il processo di salvataggio in un numero definito di: messaggi, giorni, calendari e attività.

Così vengono risolte le problematiche legate ai limiti nell’utilizzo di Outlook. La qualità delle performances di Outlook infatti, viene intaccata da diversi fattori, quali: le grandi dimensioni degli account di posta elettronica, il carico di sistema, il tipo di versione di Outlook utilizzata. Immaginate i disagi che tutto questo può creare all’interno di un’azienda dove, quotidianamente ci si trova a gestire una grande quantità di dati all’interno del server di posta.

Ora grazie alla sincronizzazione parziale in Zimbra Connector for Outlook questi limiti vengono superati e, la gestione di tutti questi dati non sarà più un problema. La sincronizzazione parziale rimuove i dati solo dal profilo Outlook, se l’utente vuole visualizzarli può farlo andando nel Client mail Zimbra. 

 

Guida all’implementazione della sincronizzazione parziale sul tuo Zimbra Connector for Outlook

Ora che è chiaro il vantaggio apportato dall’integrazione della sincronizzazione parziale in Zimbra Connector for Outlook, ecco la guida su come implementarla in pochi passaggi.

La sincronizzazione parziale può essere implementata su Zimbra Connector for Outlook in due modalità differenti: una per i “nuovi profili” e l’altra per i “profili già esistenti”.

 

Implementazione della sincronizzazione parziale in Zimbra Connector for Outlook – ZCO per “Nuovi Profili”

I nuovi profili troveranno in default la sincronizzazione parziale di Zimbra Connector for Outlook disattivata perciò verrà sincronizzato l’intero account. Per impedire che avvengano le azioni di sincronizzazione completa dell’account con il conseguente carico eccessivo, è necessario abilitare e configurare un primo limite alla sincronizzazione iniziale, creando un file: ZmCustomizeMsi.js un file Java Script che viene eseguito in Windows Scripting Host; Lo potete trovare nella Console di Amministrazione → Directory di Download di Zimbra.

 

In alternativa l’utente o l’amministratore possono abilitare questi attributi anche all’interno del registro in:

Computer HKEY USER SOFTWARE Zimbra CalCutoffDays <N> DWORD

Computer HKEY USER SOFTWARE Zimbra MsgCutoffDays <N> DWORD

 

Per “N” s’intende l’ultimo numero di giorni che verrà sincronizzato, per default questo è pari a zero ma può essere modificato.

 

Se l’impostazione configurata durante la sincronizzazione iniziale dell’account non è corretta e quest’ultima ha inizio; sarà necessario ricreare il profilo affinché i nuovi requisiti di sincronizzazione iniziale impostati vengano riconosciuti. 

Creare un profilo all’interno di uno già esistente seguendo i passaggi visti, vuol dire che si sta eliminando il profilo esistente per crearne uno nuovo che, erediterà i nuovi attributi di sincronizzazione iniziale.

 

Seconda modalità di implementazione della sincronizzazione parziale in Zimbra Connector for Outlook – ZCO per “Profili già Esistenti”

I profili già esistenti, per abilitare la funzione di sincronizzazione parziale in Zimbra Connector for Outlook, devono accedere al loro profilo Outlook → selezione la Barra Multifunzione Zimbra → Opzioni Avanzate → e da qui modificare le Impostazioni delle Opzioni di Sincronizzazione, potendo scegliere tra:

  1. “Elimina elementi del calendario più vecchi di”
  2. “Elimina posta e elementi attività precedenti a”

Gli elementi che si vogliono eliminare verranno così spostati all’interno della sottocartella ZimbraTrash, all’interno del cestino. Una tutela del sistema per identificare quali dati vanno eliminati lato server e quali solo lato client.

 

I dati eliminati rimarranno all’interno di questa sottocartella, finché: Outlook eliminerà la cartella Cestino di Zimbra dal Cestino (per essere poi ricreata durante la successiva esecuzione di conservazione, o fino a quando non sarà l’utente a eliminarli.

L’utente per eliminare i dati all’interno della sottocartella ZimbraTrash, deve entrare nella Sezione di Eliminazione del Nastro Zimbra → e selezionare il comando Avvia Eliminazione. Si ha anche la possibilità di mettere in pausa tale azione una volta avviata.

 

Per saperne di più contattaci per parlare con uno dei nostri tecnici esperti e ottenere una consulenza personalizzata Zimbra.