Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
+39 0521 618591

logo zimbra    logo zimbra suite plus

03 Ott

Il valore giuridico delle e-mail: come viene interpretata dalla normativa italiana

Creato: 30 Maggio 2017

valore giuridico e mailIl valore legale dell’email è una questione ancora da chiarire in ambito giuridico.  Anche se l’e-mail è oggi entrata nel vivo delle nostre azioni quotidiane, ci si chiede ancora quale sia il suo effettivo valore probatorio e se possa, a tutti gli effetti, essere considerata dalla normativa italiana una vera e propria prova in un processo civile e costituire un documento da utilizzare in giudizio.

 

L’email come prova in tribunale: che valore ha?

Che un’e-mail possa o meno costituire a tutti gli effetti una prova legale, ancora non è del tutto chiaro. Quello su cui ci si interroga è la validità dell’email come prova, o meglio se il contenuto presente in un messaggio di posta elettronica questo possa avere un valore probatorio in giudizio e con quale valore legale essere accolta dalla giurisprudenza italiana.

 

La limitata affidabilità come prova

Quando si verifica la produzione di email in giudizio, è sempre il giudice colui che ne interpreta la sua validità e considera una e-mail come una prova o meno, a seconda dei casi e delle circostanze giuridiche che ne attestino valenza. Sono tante, però,  le varianti da prendere in considerazione e che rendono difficile l’interpretazione stabile dell’e-mail come prova in tribunale. In primis, l’evenienza che il messaggio elettronico possa essere potenzialmente soggetto a modifiche, impedendone la completa attendibilità.

 

L’importanza del giudice nel ruolo interpretativo della e-mail

In ultima analisi, non resta che considerare la funzione del giudice, per quel che riguarda il compito di valutare l’attendibilità dell’e-mail in giudizio. Ma vanno considerati anche altri elementi probatori e analizzare il contesto in cui questa si trova affinché si possa comprendere l’attribuzione di paternità e l’integrità del messaggio di posta elettronica.

Fatta chiarezza su quella che è la situazione in termini di valore giuridico dell’email, resta limitata l’attribuzione del valore probatorio dell’e-mail ordinaria, dovendo interpretare caso per caso la validità del messaggio e del client mail gestore.

Affidandovi a una moderna suite di posta elettronica come Zimbra, avrete modo di lavorare con una piattaforma moderna e intuitiva, in grado di garantire sicurezza e privacy dei dati. Per conoscere nel dettaglio tutte le funzionalità offerte dal client di posta elettronica Zimbra, potete contattare un nostro esperto o richiedere una demo.