Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
+39 0521 618591
21 Lug

L’indirizzo email è sensibile alle maiuscole e alle minuscole?

Creato: 10 Luglio 2020

maiuscole e minuscole nella mailQuando chiediamo l’indirizzo di posta elettronica a qualcuno, le persone solitamente dopo averci risposto aggiungono anche la frase “tutto minuscolo”. Ma gli indirizzi email sono sensibili al maiuscolo/minuscolo? Questa è una domanda che tutti ci siamo posti almeno una volta nella vita, ed è arrivato ora il momento di sciogliere ogni dubbio. Scopriamo tutto ciò che c’è da sapere sulle maiuscole e minuscole nella mail.

Come si compone un indirizzo email

Partiamo dalle basi: da cosa è composto un indirizzo email? Possiamo suddividerlo in tre parti: il nome utente (solitamente formato dal nome e dal cognome), il simbolo @ e il dominio. Vediamo un esempio:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il nome utente può includere tutti i caratteri presenti sulla tastiera, inclusi numeri e simboli speciali (come !?%&…).

Gli indirizzi email sono sensibili alle maiuscole e minuscole?

Dunque, è davvero necessario specificare se l’indirizzo email debba essere scritto in minuscolo o in maiuscolo? La risposta nel 99% dei casi è no, non è necessario specificarlo. Se digitate Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., o tutte le varianti del caso, l’email dovrebbe arrivare sempre al destinatario corretto.

Tuttavia, secondo la RFC5321, ossia lo standard che stabilisce come deve funzionare e le caratteristiche che deve avere un server SMTP, la parte relativa al nome utente può essere sensibile a maiuscole e minuscole, mentre quella del dominio no. 

Se bastasse scrivere anche una sola lettera in maiuscolo invece che in minuscolo (o viceversa) per far recapitare il messaggio al destinatario sbagliato, ovviamente ne conseguirebbero moltissimi problemi. Basterebbe dimenticarsi una maiuscola e si manderebbero le email alle persone sbagliate. Proprio per questo motivo i maggiori client di posta elettronica agiscono tutti presupponendo che gli indirizzi non facciano distinzioni tra maiuscole e minuscole, riducendo così i rischi di errore a meno dell’1%. 

In ogni caso, per essere sicuri di non sbagliare, è consigliato creare indirizzi email usando esclusivamente lettere minuscole.

Contattate un nostro esperto o richiedete una demo gratuita per avere maggiori informazioni su Zimbra e conoscere tutte le funzionalità che il client di posta elettronica professionale vi offre.