Come funziona la PEC e cosa sapere: ecco alcune informazioni utili

  • ilger
  • BLOG
  • Come funziona la PEC e cosa sapere: ecco alcune informazioni utili

pec come funziona

Precedentemente abbiamo visto che cos’è la Posta Elettronica Certificata, a che cosa servecome attivarla e come si utilizza. Oggi, invece, vogliamo chiarire come funziona la PEC, la sua importanza per l’invio di un messaggio di posta elettronica e in termini di inalterabilità.

Che cos’è una PEC

Prima di tutto ricordiamo di cosa stiamo parlando: la PEC (ossia la Posta Elettronica Certificata) è il sistema che permette di inviare e ricevere e-mail dal valore legale, comprensivo di una serie di caratteristiche di sicurezza che permettono la quasi totale inviolabilità del messaggio stesso. Diversamente dalla normale posta elettronica, infatti, in seguito all’invio del messaggio, al mittente verrà recapitata una ricevuta che attesta l’avvenuta o la mancata consegna dell’e-mail al destinatario. Vediamo nello specifico come funziona.

Come funziona la Posta Elettronica Certificata

Quando parliamo della PEC, dunque, ci riferiamo a quel processo di consegna del messaggio, sul quale viene effettuato un controllo sulla validità della firma apposta e, in caso di esito positivo, il messaggio viene consegnato al destinatario. Il gestore di posta certificata del mittente crea un messaggio contenente il messaggio originale e i principali dati di spedizione. Dopodiché, il messaggio viene firmato dal provider, in modo che il provider del destinatario possa verificare che non sia stato modificato nel processo di trasmissione. 

Una volta che il messaggio viene consegnato al destinatario, al termine del processo spiegato sopra, al mittente arriva una Ricevuta di Avvenuta consegna, che altro non è che l’equivalente di una ricevuta di ritorno. Stiamo parlando di un messaggio e-mail, firmato dal gestore, che attesta la consegna, la data e ora di consegna e il contenuto consegnato.

Il tutto, inoltre, avviene in tempi molto brevi – gli stessi di un’e-mail tradizionale – e a zero costi di invio o ricezione – ad eccezione del canone annuo per il servizio stesso.

Protocolli sicuri e integrità del messaggio

Una delle principali prerogative della PEC, dunque, è la sicurezza garantita in termini di integrità e inalterabilità del messaggio inviato. I servizi di posta certificata, infatti, adottano protocolli sicuri e garantiti che permettono la sicurezza del messaggio ed evitano qualsiasi tipo di manipolazione da parte di terzi. Per garantire l’integrità del messaggio, infatti, mittente e destinatari utilizzeranno una casella di Posta Elettronica Certificata attraverso dei protocolli affidabili, utili per la validità e la certificazione del messaggio.

A cosa serve la PEC?

Anche per questo motivo il suo utilizzo non si restringe al campo delle raccomandate o delle canoniche e-mail. Solitamente, infatti, viene utilizzata per l’invio di contrattiordini e fatture, per la trasmissione di documenti alle Pubbliche Amministrazioni e tutte le altre cose che possano avere valore legale. Tuttavia, tenete presente che il valore legale si ha solamente quando sia l’indirizzo del destinatario che del mittente sono PEC. In caso contrario, sarà una semplice raccomandata.

Cosa sapere: informazioni utili per chi usa la PEC

I gestori di posta certificata sono tenuti, obbligatoriamente, a registrare i principali eventi che riguardano la trasmissione per 30 mesi, come prova da parte degli interessati. Inoltre, sono tenuti ad adottare un riferimento orario allineato con gli istituti ufficiali, i quali garantiscono l’ora esatta. In questo modo, tutti gli elementi della PEC conterranno sempre l’ora esatta.

Per conoscere nel dettaglio tutte le funzionalità presenti nel client di posta elettronica Zimbra, potete contattare un nostro esperto o richiedere una demo.

 

Fonte immagine: pixabay.com