Bulk email, cosa significa? Tutto quello che c’è da sapere sulle mail massive

  • ilger
  • BLOG
  • Bulk email, cosa significa? Tutto quello che c’è da sapere sulle mail massive

bulk mail cosa sonoNell’ambito della posta elettronica si sente sempre più spesso parlare di bulk mail: cosa sono? Nell’era dei media elettronici, l’email è un mezzo di comunicazione ideale per far circolare in maniera massiva forme di pubblicità come messaggi promozionali, newsletter, opuscoli e altri prodotti simili, spesso non richiesti dall’utente che li riceve. Ma facciamo chiarezza e cerchiamo di capire meglio cosa si intende per bulk email.

Bulk email: cosa significa?

Con il termine bulk email si indicano in genere messaggi collettivi di posta elettronica, che vengono inviati contemporaneamente a gruppi di utenti di grandi dimensioni. In genere è composto da annunci pubblicitari o di marketing che vengono inviati in grandi quantità, tutti in una volta, come email di massa. Il termine, dunque, ha finito per designare l’invio massivo di email

Differenza tra junk email e bulk email

Ma rispetto alle junk email – che rappresentano i messaggi di posta indesiderata o SPAM, potenzialmente dannosi per la sicurezza – le bulk email (indicate anche come grey email) sono più difficili da classificare, ma il più delle volte sono innocue e-mail promozionali che rappresentano l’evoluzione elettronica dei volantini cartacei.

A cosa servono?

Essendo messaggi di natura commerciale, le bulk email vengono generalmente utilizzate per le campagne pubblicitarie in cui un’azienda invia informazioni su un nuovo prodotto, inviti ad eventi, offerte promozionali, ecc. L’efficacia di questi messaggi, però, è tutta da verificare, perché di fatto  le bulk email finiscono spesso nella cartella Spam e non vengono quasi mai aperte. E i marketer hanno ormai accertato che la personalizzazione e l’automazione sono più efficaci, perché aiutano a consegnare il messaggio giusto alla persona giusta, al momento giusto.

Come gestire le bulk email

Se le bulk email rappresentino o meno un messaggio di posta indesiderata, dipende dall’utente che può decidere anche di riceverle contrassegnandole come falsi positivi (non Spam). Ecco perché molti filtri anti-spam consentono diversi livelli di protezione dalle email pubblicitarie che consentono di ricevere o scartare i messaggi a seconda delle singole preferenze.

Per avere altre informazioni sulla sicurezza e i potenziali rischi nell’ambito della posta elettronica, potete contattare un nostro esperto o richiedere una demo di Zimbra.